LIBRI

Riccardo Rella è il padre e il pioniere del trekking nel Salento. Profondamente appassionato del territorio, è coriaceo sostenitore del rispetto incondizionato e illimitato per ogni componente del creato.

Rita De Matteis, referente culturale dell'Associazione SpeloTrekkingSalento, ha curato la messa a punto dei percorsi con particolare riferimento alla parte storica.

 

Dall'Introduzione di Giovanni Giangreco

(Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici di Puglia)

"Mancava ancora quella del territorio, quella del contatto con le pietre e con la terra, con gli alberi, le macchie, i canali, le serre, gli animali, gli uomini, i Santi e le cose, il paesaggio insomma, naturale e antropologico, quello che attrae e ammalia irresistibilmente chiunque, da qualunque parte giunga in questa terra. 

E così, finalmente, la guida del territorio salentino è arrivata. ..."

 

Il libro contiene la descrizione di ventuno percorsi ad anello in un paesaggio naturale e culturale di eccezionale ricchezza, completi di tracce satellitari, punti d'interesse e note storiche, immagini, emergenze archeologiche, monumenti, borghi, strutture dell'economia rurale e della moderna ospitalità, per un concreto aiuto al turista e un contributo alla crescita del Salento.


Download
Da IL TREKKING NEL SALENTO, R. Rella e R. De Matteis
Estratto dal percorso "Valle dei cervi e Badisco Romana"
Valle dei cervi e Badisco romana.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.0 MB


 

Annamaria Gustapane, dalla sua stessa penna:

 

"Sono nata a Lecce nel maggio del Cinquantatré, quinta di sei figli, in una famiglia alquanto scombiccherata. Ancora oggi mi chiedo perché mai, all'età di cinque anni, sia stata spedita a frequentare, insieme a tal Rossella di pari età, la "primina" al maschile Collegio Argento dei Padri Gesuiti. La maestra si chiamava Nella Noia: nomen omen, riuscì a farmi odiare l'inchiostro, quaderni e libri in un modo quasi rabbioso. A riconciliarmi ci pensò anni dopo una piccola anziana suora delle Marcelline, suor Matilde. Incurante dei miei errori ortografici, apprezzava entusiasta i miei temi, mi esonerava dal leggere ad alta voce in classe e curava la mia dislessia facendomi semplicemente innamorare della lettura. Sono ancor oggi una lettrice onnivora e famelica, mi piace scrivere. P.S. Dimenticavo: mi piace dipingere, girare, fare cose, vedere gente."

 

Il diario di scuola 1972/73,

dimenticato in un cassetto,

è riemerso dopo quarant’anni di oblio.

Ho deciso di trascriverlo,

dapprima divertita, poi sempre più certa che il passato è una terra straniera,

che non si può esplorare

senza batticuore e smarrimento. 

 

Download
Da COME ROMANZO, A. Gustapane
Estratto da COME ROMANZO.pdf
Documento Adobe Acrobat 27.8 KB


Leonardo Branco è un giramondo, cercatore del buono in ogni luogo e condizione. Questo libro è un racconto personale dell'esperienza diretta di mondi alquanto diversi, in una sinergia propria dei primi decenni post-bellici, forse irripetibile, ma con effetti duraturi, anche per il domani. È un invito a nozze per dibattere idee.

 

Il libro è un contributo importante alla comprensione dell’evoluzione che ha interessato il settore agro-fondiario dal dopoguerra ad oggi.

Il lavoro è stato svolto senz’altro da un punto di vista privilegiato e le confidenze personali, complici nel favorire un coinvolgimento nelle atmosfere passate, trasmettono emozioni, problemi e umori che hanno attraversato quegli anni. 

Non c’è la trattazione globale, sistematica, accademica, ma è un vissuto palpitante, inevitabilmente di scorcio, immerso nei problemi della bonifica, della crescita dell’irrigazione, della riforma e dello sviluppo agricolo generale: è il filtrato di una vita, di un tecnico estraneo alla politica attiva, che ha amato intensamente il suo lavoro e, almeno nelle intenzioni, é rigorosamente obiettivo.

Analogo frutto di lunghi e intensi vissuti professionali sono i contributi dell’ing. Tommaso Farenga su “I territori della trasformazione agraria e la sostenibilità dello sviluppo” e le “Considerazioni sulla bonifica” del dott. agr. Antonio Bruno che integrano efficacemente il lavoro dell’autore.

Download
Da BONIFICA E IRRIGAZIONE, UNA TESTIMONIANZA VISSUTA, L. Branco. Contributi di T. Farenga e A. Bruno
Estratto dell'indice BONIFICA.pdf
Documento Adobe Acrobat 514.7 KB


BLOCCHETTI

Ciascun blocchetto ha sessanta fogli di ottima carta, ben scelta per poter schizzare, colorare e scrivere al meglio. La particolarità ESCLUSIVA di questi blocchetti di Botanica Ornamentale consiste nella possibilità della copertina di ripiegarsi all'indietro aprendo una tasca idonea a conservare i fogli staccati.